Come realizzare lo shampoo perfetto per i tuoi capelli

Capelli fini, capelli grassi, forfora, mancanza di volume?
Lavami e Shampami sono la risposta a queste domande. Detergenti in polvere, con una miscela ben bilanciata di tensioattivi di origine vegetale e attivi umettanti formulati per il benessere dei tuoi capelli, con un particolare occhio di riguardo per la sostenibilità.

Come preservare la salute dei capelli

Sia che tu abbia capelli fini o tendenti al grasso, ma anche ricci o crespi c’è sicuramente una diluizione di Shampami o Lavami che fà al caso tuo. 

Lo shampoo è un momento importante nella detersione personale per eliminare tutti i residui di cellule morte, inquinamento, prodotti per lo styling che si accumulano sul cuoio capelluto. Anche la frequenza dei lavaggi gioca un ruolo fondamentale sulla salute complessiva del capello. L’ideale sarebbe lavare i capelli al massimo 2-3 volte a settimana, per evitare che il film protettivo che riveste la fibra capillare si comprometta.

Hair care e tips per capelli puliti, lucidi e bellissimi.

Vediamo nel dettaglio i consigli da tenere a mente quando si procede a lavare i capelli con i nostri prodotti. Per semplificare la lettura abbiamo diviso i suggerimenti in base alle varie tipologie di capelli.

Capelli fini: normalmente chi ha capelli eccessivamente sottili lamenta mancanza di volume e cute che tende a sporcarsi in fretta. L’ideale allora è utilizzare LavAMI. Anche se la tentazione di fare 2 passate di shampoo è grande, consigliamo di procedere con un solo lavaggio. Massaggia delicatamente il prodotto sul cuoio capelluto, aspetta un minuto e risciacqua accuratamente. Rimuovere bene tutti i residui di shampoo ed evitare di lavare i capelli troppo frequentemente è fondamentale per donare al capello il suo volume naturale (il massimo sarebbe lasciarli asciugare all’aria!).
La dose consigliata di LavAMI per questa tipologia di capelli è quella standard: 45 ml di acqua e 5 g di polvere. Se non si resiste al doppio passaggio di shampoo allora è bene diluire leggermente la miscela (60 ml di acqua e 5 g di polvere).


Capelli grassi: questa tipologia di capelli soffre di uno squilibrio delle ghiandole sebacee poste sul cuoio capelluto, che rende i capelli subito unti e piatti poco dopo il lavaggio. Il prodotto più adatto è LavAMI da usare più diluito rispetto alla dose consigliata se si lavano i capelli tutti i giorni (60 ml di acqua e 5 g di polvere), altrimenti va bene quella standard se si riesce a limitare i lavaggi a 2-3 volte a settimana. Occhio al calore dell’asciugacapelli! Non avvicinarlo troppo alla testa e non impostare temperature troppo elevate!


Forfora: quando il cuoio capelluto è affetto da prurito e da un antiestetico distacco di squame allora la soluzione ottimale è alternare ShampAMI con LavAMI. Ogni due lavaggi con ShampAMI si può intervallare un lavaggio con LavAMI alla diluizione standard di 45 ml di acqua con 5 grammi di polvere. Massaggia delicatamente il detergente sul cuoio capelluto, aspetta un minuto e risciacqua accuratamente.


Capelli crespi e indomabili: oltre alla predisposizione genetica, giocano un ruolo fondamentale i cambi di temperatura e l’umidità per questa tipologia di capelli. Ci sono infatti alcuni momenti dell’anno in cui la chioma si trasforma in una vera e propria criniera indisciplinata. Il nostro consiglio è quello di utilizzare ShampAMI, con la diluizione standard (45 ml di acqua e 5 g di polvere). Si bagnano prima i capelli con acqua calda, in modo da far aprire bene le cuticole, si massaggia delicatamente la miscela di ShampAMI e poi si risciacqua con acqua fredda per chiudere bene le scaglie. Puoi provare anche LavAMI, versando mezzo cucchiaino di polvere pura direttamente su capelli bagnati. Fai un bel massaggio e lasci in posa per qualche minuti, poi procedi al normale risciacquo. Ancora meglio se dopo aver lavato i capelli fai un risciacquo acido a base di aceto, acido citrico, limone o birra. I capelli risulteranno subito lucidi, setosi e morbidi.


Doppie punte: un fastidioso inestetismo che rappresenta un deterioramento della struttura e della fisiologia dei capelli. Tra trattamenti aggressivi, inquinamento, raggi UV, salsedine, molteplici sono le cause della comparsa delle doppie punte. Il prodotto più adatto è ancora una volta ShampAMI ricco di sostanze umettanti, che contribuiscono a ristabilire la salute del capello, da usare 2-3 volte a settimana. Oltre allo shampoo ci sono altre accortezze da mettere in atto, come tagliare spesso i capelli, evitare di lavarli con acqua eccessivamente calda, fare un risciacquo acido dopo lo shampoo, tamponare delicatamente i capelli con l’asciugamano, senza “strizzarli” troppo. Anche il momento dell’asciugatura è fondamentale, l’aria dell’asciugacapelli dovrebbe essere infatti al minimo della potenza.


Capelli secchi: così come i capelli crespi, anche i capelli secchi possono essere il sintomo di squilibri interni, ma possono avere anche origini esterne, per lo più ambientali (raggi UV, vento, acqua salata). Per questa tipologia di capelli è importante utilizzare detergenti poco sgrassanti ed evitare di lavare i capelli eccessivamente. Per questo motivo consigliamo di utilizzare LavAMI con una maggiore diluizione, 60 ml di acqua con 5 grammi di polvere. L’inulina e la betaina contenute al suo interno esercitano una leggere azione condizionante per capelli subito morbidi e setosi.


Mancanza di volume: che siano ricci, mossi o lisci, i capelli piatti sono il cruccio di molti. Il nostro ShampAMI lavora efficacemente sull’idratazione del capello, rendendo il fusto capillare subito più denso e leggero. Puoi usarlo alla diluizione standard con 45 ml di acqua e 5 grammi di polvere. In caso utilizzassi il balsamo, applicalo solo sulle lunghezze e risciacqua accuratamente tutti i residui per evitare di appesantire i capelli. Poni attenzione anche all’asciugatura, asciugando i capelli a testa in giù per creare maggiore volume.


Capelli spenti e opachi: diverse sono le cause che rendono i capelli poco lucenti e morbidi, come una mancanza di sebo che riveste il capello o lavarsi con acqua troppo carica di calcare, e, ancora, condizioni ambientali sfavorevoli (raggi UV, umidità, inquinamento, ecc…). In nostro aiuto arriva ShampAMI! Gli estratti di calendula e di aloe migliorano la salute del cuoio capelluto, stimolando la circolazione sanguigna e apportando ossigeno ai follicoli piliferi. Dopo aver lavato i capelli ricordati di fare un risciacquo acido a base di birra, limone o acido citrico.


Se avessi ancora qualche dubbio…

LavAMI e ShampAMI sono due prodotti tutto sommato interscambiabili. Shampami ha una forza lavante leggermente maggiore per cui è da preferirsi, oltre a tutte le casistiche viste sopra, nel caso in cui si proceda con impacchi pre shampoo, soprattutto se a base di erbe, di oli o grassi. Entrambi i detergenti sono performanti anche su capelli trattati ed hennati, non fanno scaricare il colore, grazie ai componenti che avvolgono il fusto del capello e lo proteggono. 

Per qualunque chiarimento contattaci cliccando qui. Saremo contente di darti tutti i consigli di cui hai bisogno.